Michele Chiodo

Patrioti, liberali e ribelli in Calabria

Disponibilità: Disponibile

€ 19,00
O

Patrioti, liberali e ribelli in Calabria

Doppio click sull'immagine per ingrandirla

Diminuisci
Ingrandisci

Altre viste

Il volume di Michele Chiodo, nasce dall’esigenza di recuperare alla memoria storica l’attività di quei numerosi personaggi che, nati o vissuti a Bianchi e nel suo comprensorio, si sono distinti quali fervidi patrioti nel periodo a cavallo tra la fine del XVIII secolo, caratterizzato dall’avvento delle ideologie illuministiche, e il 1860, che ha visto la riunificazione italiana. [...] Nel centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, tra le numerose celebrazioni, non poteva mancare quella promossa dall’Amministrazione comunale di Bianchi, in omaggio al suo garibaldino Don Ferdinando Bianchi. Un’epoca quella del Risorgimento (1848-1860) che ha visto protagonisti uomini e donne di ogni età e ceto sociale, morti sui campi di battaglia impugnando il tricolore in nome dell’Italia unita e della Libertà. Alla lotta hanno dato il loro contributo istintivo, energico e generoso anche cittadini di Bianchi fra i quali spicca Don Ferdinando che fu sacerdote di moderne e innovative idee e fervente patriota. Nel 1848 partecipò con i volontari di Francesco Stocco alla battaglia dell’Angitola. Il suo fervore patriottico gli fece subire la latitanza, l’arresto e la condanna all’esilio per cospirazione e arruolamento di bande armate. Nel 1860 era tra i Mille di Garibaldi e fu tra chi obbligò il Generale Ghio alla resa nello scontro di Soveria Mannelli.

Autore Michele Chiodo
Anno 2014
ISBN 9788875742874
Pagine 632
Acquista ebook No

RECENSIONE

 

Sul libro “Patrioti, liberali e ribelli in Calabria”/Ferdinando Bianchi, Luigi Accattatis, Pietro Bianco e il contributo del Mezzogiorno al Risorgimento Nazionale (1799-1860)

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

La ricerca del Dott. Michele Chiodo abbraccia l’ampio periodo della Storia d’Italia che va dal 1799 al 1860. L’opera in esame - un libro di 631 pagine – prende le mosse dal sostrato storico del comune di Bianchi (CS) e, a macchia d’olio, si allarga a tutta la Calabria percorrendo, su basi scientifiche, gli eventi e le vicissitudini che hanno segnato e contrassegnato il Risorgimento italiano, in cui si inscrive l’impegno del Mezzogiorno, che ha lottato e speso energie e inenarrabili sacrifici per il raggiungimento dell’Unità nazionale.

Il Dott. Michele Chiodo, facendo tesoro di frequenti studi e appunti raccolti nella Biblioteca Civica di Cosenza, allorquando ricopriva la carica di Direttore f.f. di detta Biblioteca, ha collezionato notizie, stampe, cartoline, foto, per ricostruire, con diligenza e con passione, l’immagine dell’Italia Risorgimentale. È giunto, così, all’abstract di tanto materiale che gli ha permesso di accostarsi idealmente a personaggi storici come Don Ferdinando Bianchi, Luigi Accattatis, Pietro Bianco e tanti altri patrioti che hanno liberato la Calabria dallo straniero e la hanno istradata verso l’Unità d’Italia, il sogno dei Calabresi e degli Italiani. Mostre, incontri con gli alunni delle scuole, con stranieri, con personalità delle Istituzioni, convegni, hanno preparato il terreno per l’immane lavoro storiografico di Michele Chiodo, che con il suo inconfondibile stile di scrittore e con la sua attenta analisi di storico, ha prodotto un capolavoro, una luminosa e illuminante guida sul passato, un racconto coordinato e preciso di notevole spessore scientifico.

Apprezzabili i contributi di pensiero del sindaco di Bianchi prof. Francesco Villella, dell’assessore alla cultura di Bianchi Pasquale Taverna, dell’Avv. Ernesto d’Ippolito, dei patrioti e, in poche parole, di quanti hanno reso il libro un eccellente mosaico di Storia patria.